Category Archives: Consigli

Come impiattare

Nell’impiattare i cibi, l’obiettivo è fare in modo che mangiare diventi un’esperienza che coinvolga tutti i sensi, non solo il palato. Infatti, quando il cibo sembra appetitoso, il corpo produce più fluidi per aiutare l’assorbimento dei nutrienti – quindi si potrebbe persino dire che il cibo bello è più salubre di quello che non ha un aspetto accattivante. Per raggiungere una qualità di presentazione pari a quella del ristorante, inizia con cibi dal colore vivace, ben cotto. Disponilo su più livelli e gioca con colori e consistenza contrastanti per aumentare il suo appeal visivo. Infine, guarnisci il piatto con erbe o spezie saporite per portarlo a un livello superiore.

Iniziare con del Cibo di bell’Aspetto

come-impiattare

Evita uno schema di colore monocromatico.

Un piatto sembra più attraente quando c’è un alto livello di contrasto di colori. Immagina che ti venga servita una ciotola d’avena scondita o un piatto di pasta senza alcuna salsa. Anche se l’avena o la pasta fosse stata condita con ingredienti saporiti come burro e spezie, avrebbe comunque l’aspetto di un semplice piatto di amido. Servi la stessa ciotola di farina d’avena con bacche rosse fresche e un turbinio ambrato di sciroppo d’acero o il piatto di pasta con un filo di salutare pesto verde e pomodorini tritati; il pasto diventerà un’esperienza del tutto diversa. Pensa sempre ad aggiungere più contrasto di colore, indipendentemente da quello che vai a servire.

  • Quando pianifichi una portata, pensa in anticipo ai colori con cui vuoi caratterizzare il piatto.
    Impegnati per avere più colore possibile.
  • Se ti rendi conto che stai per servire una varietà di cibi dal colore simile, come pollo alla griglia e purè di patate, inserire una porzione o due di frutta e verdura è un modo fantastico e facile per aggiungere vivacità. I colori più intensi nel tuo piatto, come verde, arancione, rosso, viola, blu, rosa e giallo assumono probabilmente la forma di frutta e verdura.
  • Se non sei sicuro di come aggiungere colore, usa le guarnizioni. Quasi ogni piatto salato si accompagna bene con una spolverata di erba cipollina fresca, prezzemolo, aneto o menta. Qualche spicchio di limone e lime si sposano bene con pollame e pesce.

 Fai risaltare i colori più brillanti delle verdure. Il modo in cui le cuoci incide particolarmente sull’effetto visivo complessivo di un pasto. Le verdure che sono un tantino troppo cotte perdono il loro colore e tendono a sembrare meno appetitose rispetto a quelle che vengono cucinate solo fino al punto di morbidezza. Per evitare verdure molli e pallide, cerca di cuocerle in modo che rimangano luminose e un po’ croccanti. Ecco alcuni modi per mettere in risalto le tue verdure:

  • Cuocile leggermente a vapore invece di bollirle. Cuocere a vapore le verdure le fa sembrare appetitose e saporite, mentre la bollitura crea l’effetto opposto. Prendi i broccoli, per esempio: quelli fumanti sono di un verde fresco, luminoso e ogni fiorellino mantiene forma e consistenza. Quelli bolliti sono molli e hanno un colore più sbiadito, e nel piatto non hanno per nulla un bell’aspetto. Lo stesso vale per carote, fagiolini, asparagi e molte altre verdure.
  • Arrostiscile o saltale in padella con un po’ di olio o burro. Le verdure arrostite o saltate hanno un aspetto molto appetitoso, quando le si fa caramellare in olio o burro. Il luminoso arancione o verde dell’ortaggio viene controbilanciato da croccanti macchie marrone. È un modo delizioso per cucinare le verdure.

Scotta la carne e lasciala riposare. Molti piatti di carne hanno un aspetto più appetitoso quando viene scottata. La vista di una bistecca o un pezzo di salmone alla griglia con una crosta marrone e croccante farà venire l’acquolina in bocca ai tuoi ospiti. Oltre ad abbrustolire la carne, devi lasciarla riposare per alcuni minuti prima di tagliarla. In questo modo, i succhi vengono assorbiti nuovamente dentro la carne e non si disperdono per tutto il piatto.

Fai attenzione ai cibi fritti. Al dente o troppo cotti, sono difficili da presentare in modo accattivante. Possono avere un bell’aspetto, ma è importante friggerli bene e trovare una soluzione per gestire la presenza dell’olio, in modo che non rovini il resto del piatto. Friggi fino a ottenere un bel marrone dorato, poi lasciali scolare su un piatto foderato con la carta assorbente perché l’olio in eccesso venga assorbito. Altrimenti, il cibo lascerà delle strisce di grasso sui piatti.

  • Gli alimenti fritti continuano spesso a rosolare un po’ dopo averli tolti dall’olio caldo. Monitora con attenzione gli alimenti durante la frittura per assicurarti che non diventino troppo scuri.
  • Preoccupati di maneggiare il fritto con delicatezza in maniera che abbiano un aspetto appetitoso quando sarai pronto a impiattarli

Tieni conto della consistenza. Consistenza e colore vanno a braccetto quando si tratta di far sembrare appetitoso il cibo nel piatto. Se il cibo sembra troppo unto, troppo asciutto, pastoso, duro o difficile da masticare e deglutire, non importa quanto sia perfettamente colorato. Preoccupati di cucinare bene il cibo in modo che abbia la giusta consistenza.

  • Il modo in cui tratti il cibo poco dopo essere stato cucinato e prima di impiattarlo può davvero influenzarne la consistenza. La pasta, per esempio, dovrebbe essere tenuta in acqua o spruzzata con un po’ di olio appena dopo la cottura in modo che non si appiccichi. Gli alimenti fritti non devono essere chiusi con coperchi ermetici, perché il calore del cibo finirebbe per cuocere a vapore l’impanatura, che diventerebbe molliccia.

 

Fai esperimenti con forme interessanti. Tagliare le verdure in forme interessanti può rendere speciale anche la cosa più semplice. Un cucchiaio per fare palline di gelato può essere impiegato per fare cupole di riso o di purè di patate. Puoi cucinare e servire verdure, dolci, torte e altri alimenti all’interno di piatti particolari per creare forme uniche e accattivanti.

Scegliere i Piatti con Cura

Quando hai dubbi, scegli piatti bianchi. Non competono visivamente con il cibo che stai servendo e forniscono il contrasto, rendendo i colori più brillanti e la consistenza più interessante. Per questo motivo, i piatti bianchi sono la scelta standard per i cuochi dei ristoranti di tutto il mondo. La forma del piatto non importa tanto quanto il suo colore.

  • Detto questo, ci sono delle eccezioni. Se hai una serie di piatti speciali con un motivo particolare o una certa combinazione di colori, è bene usarli. Assicurati, però, che complementi il cibo che stai servendo invece di competere per l’attenzione.
  • Non dimenticare di prendere in considerazione anche il resto della tavola. Posate, bicchieri e biancheria miglioreranno l’aspetto complessivo del piatto sul tavolo.

Visualizza il piatto finito. Considera come presentare la portata principale in relazione ai contorni. Che si tratti di una fetta di torta, carne, flan o qualsiasi altro cibo, valuta il punto in cui starà meglio sul piatto insieme agli altri elementi della portata. Decidi inoltre come ottenere l’impatto migliore — l’aspetto e la simmetria sono tutti influenzati da come si presenta il cibo, se è affettato sottilmente, più spesso o lasciato intero. Presto sarai in grado di capire ciò che funziona, e nulla ti vieta comunque di prendere delle idee in prestito da tuoi ristoranti preferiti.

Limita la dimensione delle porzioni. Riempi con il cibo solo due terzi circa di ciascun piatto. Il resto della portata deve essere lasciato vuoto. Questo spazio fornirà il contrasto con il cibo, facendolo sembrare più appetitoso. Se invece il piatto è pieno zeppo, il cibo stesso non sarà percepito come visivamente piacevole. Ricorda quali sono le dimensioni standard e servi la giusta quantità di ogni portata.

  • Come regola generale, la metà del cibo presente sul piatto dovrebbe essere composta da verdure, un quarto da carne o altra proteina e un quarto da amido.
  • Inizia a disporre il cibo al centro del piatto e spostati da lì verso l’esterno, in modo che il cibo si trovi esattamente nel mezzo.

Segui la “regola del dispari”. Avere un numero dispari di elementi su un piatto è visivamente più attraente che averne un numero pari. Crea l’impressione che ogni pezzo di cibo sia incorniciato dagli altri. Tienilo a mente se stai servendo diversi tipi di cibo o più di un pezzo dello stesso alimento.

Top PageTop Page